Studio SALES di Norberto Ruggeri

Post

Eva Marisaldi

/

 

Opening: martedì, 31 Maggio 2022 – ore 18:00

Studio SALES di Norberto Ruggeri – Roma

 

Da martedì, 31 Maggio 2022 a venerdì, 22 Luglio 2022

 

Martedì, 31 Maggio 2022 dalle ore 18:00 Studio SALES di Norberto Ruggeri è lieto ed orgoglioso di presentare la nuova mostra in galleria di Eva Marisaldi dal titolo / [slash]. Si tratta di una personale attesissima, l’artista torna a Roma dopo ben tredici anni, la sua ultima mostra a Studio SALES risale infatti al 2009.

 

Artista fondamentale, iconica e seminale, Marisaldi fin dai suoi esordi si è imposta all’attenzione della critica nazionale e internazionale per la sua ricerca condotta sul filo di un sottile e disincantato gioco concettuale che amplifica e mette a nudo l’ovvietà degli sfuggenti accadimenti del quotidiano. Attraverso un uso ampiamente poliedrico dei linguaggi e dei media le sue opere accompagnano lo spettatore in un universo poetico e rarefatto. I lavori di Marisaldi sfuggono l’impatto immediato, si contraddistinguono anzi per un iniziale senso di spaesamento e richiedono una pausa di riflessione e una attenzione particolare.

 

Questi tratti caratterizzanti della poetica dell’artista vengono restituiti anche in questa nuova mostra romana per la quale Marisaldi ha appositamente realizzato: una scultura a colori, due pannelli in metallo “porta – fiumi” e quattro stampe su tessuto.

La raffinata vena narrativa dell’artista si mostra già dal titolo scelto per la sua nuova personale a Studio SALES: lo / [slash] -ovvero la barra obliqua- è il titolo della scultura copia della nave da container Ever Given della compagnia Evergreen Marine Corp., lunga circa 400 metri, che Il 23 Marzo 2021 si è incagliata nel Canale di Suez (Egitto), a causa di una tempesta di sabbia e dei forti venti.

Dopo aver bloccato il traffico merci mondiale per quasi una settimana fu finalmente disincagliata ma restò in Egitto fino ad inizio Luglio 2021,  ben 106 giorni dopo l’incagliamento.

Ma lo / [slash], come sottolinea Marisaldi, è anche il  segno di separazione tra i versi in poesia.

 

I due “porta – fiumi” sono i pannelli in metallo verniciato di blu ciascuno contenente i tracciati di dieci fiumi, realizzati in filo d’argento battuto. Ogni singolo fiume è attaccato al pannello tramite piccoli magneti e le due opere sono rispettivamente (e boettianamente) dedicate ai fiumi più lunghi del mondo, ed ai fiumi più lunghi d’Europa.

 

Infine tre delle quattro stampe su tessuto mostrano paesaggi del caos, rappresentazioni tridimensionali di frattali casuali ed autogenerati, che ricordano delle dune degenerate. Solo una invece presenta una foto aerea delle sabbie di Suez, immediatamente a lato della nave bloccata.

 

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 19:30 e su appuntamento.